Basilica.jpg
Home

S. Messa del Fanciullo - Domenica 16 Ottobre 2011

DIALOGO E SINERGIA TRA LE DUE COMUNITÀ EDUCANTI: PARROCCHIA E SCUOLA

Domenica 16 ottobre si è celebrata nella Parrocchia dei Ss. Pietro e Paolo la Santa Messa del fanciullo - tradizionalmente inaugurazione dell’anno scolastico della Scuola Parrocchiale San Francesco - che la nostra comunità ha fatto coincidere con  la Giornata Missionaria Mondiale, celebrata ogni anno e destinata a ravvivare in tutti i fedeli la consapevolezza che la Chiesa è missionaria per sua essenza, per sua natura, per volontà di Cristo. Tutta la comunità, dai catechisti ai Gruppi Famiglia si è radunata davanti all’Altare del Signore con la Comunità Educante della Scuola San Francesco -insegnanti, personale direttivo e ausiliario- e con le centinaia di bambini e ragazzi e le loro famiglie che gremivano la Basilica per condividere la trepidazione dell’attesa dell’inizio di un nuovo anno scolastico, ma soprattutto – come ha sottolineato il Parroco Padre Francesco Bartolucci – per vivere con gioia questa  festa ed esprimere un grande, corale ringraziamento per i doni che il Signore continua a realizzare nella nostra vita. In particolare il Parroco nella sua omelia, rivolgendosi soprattutto ai più piccoli, si è soffermato sul significato della loro presenza, un segno di chi vuole affermare che esserci significa essere abitanti del mondo e che, nonostante le distanze fisiche e geografiche, in ognuno è forte il desiderio di aiutare i meno fortunati con gesti concreti e preghiere nate dal profondo del cuore. La Santa Messa è stata davvero una grande festa in cui forse per la prima volta,  nell’incontro liturgico tra la comunità della Scuola San Francesco e tutte le realtà della Parrocchia, si è  realizzato un dialogo vero, fraterno, comunitario.

Alla fine della S. Messa un nuvolo di bambini correva, col naso all’insù per vedere  i palloncini che il vento impaziente cercava di rubare, verso i campetti dell’Oratorio circondati dai bellissimi giardini recentemente ristrutturati dal Parroco. Ai palloncini quei bimbi avevano affidato le loro sincere e spontanee preghiere a Dio perché potessero portagliele più vicino possibile, complice il vento. Giunti ai campetti,  circondando festosi il Parroco hanno, con gioia, sganciato dalle loro manine i fili dei palloncini che  li tenevano a loro legati e li hanno seguiti mentre salivano su, su in alto sospinti dal vento, incontro alle nuvole ed al sole che splendeva più che mai, certi che presto avrebbero permesso a Dio di esaudire gioioso le loro richieste … E poi … di corsa verso l’ombrellone che indicava  il punto in cui potevano trovare, su tavoli addobbati con cura, patatine a gogò e bibite fresche per riempire il pancino scosso da tante emozioni … o verso l’angolo delle leccornie dove un ragazzo, con pazienza certosina, o diremo meglio … ‘francescana’ visto la Comunità dei frati che ci ospitava …, preparava degli attraenti bastoncini di zucchero filato …

Una bellissima festa, domenica! La festa di famiglie che accoglievano e famiglie che erano accolte; bambini ‘di casa’ e bambini incuriositi dei luoghi e dei giochi possibili; genitori che s’incontravano e genitori che rivivevano spazi del passato ora più belli, più accoglienti. Il tutto condito da un unico intento: la voglia di sentirsi ed essere una vera e fraterna Comunità !

SIR - Notizie quotidiane

Agenda

Clicca sull'immagine.

.

.

Accedi all'area riservata

.

Chi è online

 265 visitatori online